In anticipo di un millennio e mezzo sul tangram cinese, lo stomachion fu descritto da Archimede e dal II secolo a. C. si diffuse come gioco in tutto il Mediterraneo greco e poi romano.
Il libretto allegato tratta gli interessanti aspetti matematici dell’oggetto e narra anche l’avventurosa storia del Palinsesto, l’opera recentemente ritrovata che celava, sotto testi liturgici sovrascritti, varie opere perdute del matematico siracusano, tra cui proprio lo Stomachion.

Il libretto di 32 pagine include notizie storiche, le istruzioni per l’uso e tante curiosità, tra cui il catalogo di tutti i modi diversi di ricomporre
il quadrato con i 14 pezzi.